Benessere organizzativo

Privacy: i dati personali sono riutilizzabili in termini compatibili con gli scopi per i quali sono raccolti e nel rispetto delle norme sulla protezione dei dati personali.

Indagine sul benessere organizzativo 2015

AllegatoDimensione
PDF icon presentazione318.14 KB
PDF icon questionario358.99 KB
Data di rimozione del documento dalla visione pubblica: 01/01/2021

Comitato Unico di Garanzia (C.U.G.)

Che cos'è
Il "Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere dei lavoratori e contro le discriminazioni" è un organismo che propone un ulteriore rafforzamento delle misure tese a garantire la tutela delle pari opportunità e del benessere lavorativo.
La costituzione del Comitato Unico di Garanzia è prevista dall’articolo 21 della Legge n. 183 del 4 novembre 2010, e il Comitato unifica in un solo organismo le competenze del Comitato per le Pari Opportunità e del Comitato Paritetico sul Fenomeno del Mobbing.
Il C.U.G, Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni,  del Comune di Cecina è stato istituito con deliberazione della Giunta Comunale n. 197 del 14/09/2011, e rinnovato con deliberazione n. 161 del 14/09/2015.
 
Come funziona
 
Il CUG è composto in modo paritetico da dipendenti dell'amministrazione e dalle organizzazioni sindacali più rappresentative a livello di ente.
La costituzione del CUG rappresenta un adempimento obbligatorio per le pubbliche amministrazioni, che recepisce i princìpi enunciati dalla legislazione comunitaria circa l’ampliamento delle garanzie da rivolgere oltre che alle discriminazioni legate al genere, anche a ogni altra forma di discriminazione, diretta o indiretta, che possa discendere dai diversi fattori di rischio legate alle condizioni di lavoro.
Il CUG è titolare di importanti funzioni di ricerca, proposta e verifica nella valorizzazione del benessere sui luoghi di lavoro, nelle attività volte a favorire le pari opportunità fra donne e uomini, nella repressione di fenomeni di emarginazione o svalutazione dell'attività dei lavoratori.
 
Il Comitato si riunisce di norma tre volte l’anno.
 
Presidente : Eugenio Stefanini
Segretario :  Daniela Galluzzi
Tel.: 0586 611207 – 0586/611636
 
 

 

Data di rimozione del documento dalla visione pubblica: 01/01/2024

Piano delle azioni positive (P.A.P.)

Il Piano delle Azioni Positive - PAP, è documento programmatico redatto a norma dell'art. 48 del D.Lgs. 198/2006 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell’art. 6 della legge n. 246/2005”, che segue una programmazione triennale e che prevede le “azioni” con cui si pongono obiettivi, risultati e tempi per la realizzazione di interventi mirati a riequilibrare situazioni di disequità di condizioni e di rapporti, fra donne e uomini impegnati ed impiegati all’interno dell’organizzazione stessa.

La predisposizione dei Piani Triennali è quindi un obbligo ed il mancato adempimento comporta di non poter procedere all’assunzione di nuovo personale, compreso quello appartenente alle categorie protette, (sanzione prevista dall’art.6 comma 6 del D.Lgs. 165/01).

La presentazione dei Piani triennali non è tuttavia solo un atto formale, ma rappresenta un momento fondamentale per attivare misure e meccanismi di gender mainstreaming, azioni positive e buone prassi volte a consentire una reale parità tra uomini e donne da parte delle Amministrazioni dello Stato.

Il PAP viene predisposto dal Comitato Unico di Garanzia - CUG in ottemperanza a quanto previsto dalla Direttiva ministeriale 4 marzo 2011 e proposto agli Organi di vertice dell’Ente che una volta recepito dispongono le linee e gli indirizzi per la sua realizzazione.

Nel PAP, indicate le sintetiche informazioni sulla realtà organizzativa coinvolta dall’intervento e,

le potenzialità e criticità che connotano il contesto di riferimento (allo scopo di valorizzare le

prime e arginare o risolvere le seconde), sono individuate  le azioni positive che si intendono realizzare per intervenire sulle criticità, le risorse umane e finanziarie dedicate alla loro realizzazione.

La proposta di Piano Triennale di Azioni Positive  è frutto dell’attività svolta dal CUG , al quale sono esplicitamente assegnati compiti propositivi, consultivi e di verifica. Il CUG, come organismo può contribuire con una fattiva cooperazione tra i diversi attori del processo politico-gestionale dell'Ente.

Il PAP potrà essere oggetto di programmazione e revisione annuali, laddove se ne renda opportuna la modifica.

AllegatoDimensione
PDF icon P.A.P. 2016-2018245.45 KB
PDF icon P.A.P. 2015-2017246.38 KB
PDF icon P.A.P. 2014-2016240.33 KB
PDF icon P.A.P. 2013-201570.36 KB
Data di rimozione del documento dalla visione pubblica: 01/01/2021